Come sfruttare i pneumatici in Assetto Corsa

Assetto Corsa è un videogioco molto simulativo capace di regalare sensazioni di guida come nella realtà, a patto di avere un buon volante con cui giocarci. Per raggiungere questo risultato, oltre all’aspetto della fisica delle auto, i ragazzi di Kunos Simulazioni hanno lavorato moltissimo anche per quanto riguarda il comportamento dei pneumatici di ogni singola vettura. Ecco quindi un articolo dedicato a come sfruttare i pneumatici in Assetto Corsa.

LOTUS EXOS 125: La Lotus Exos 125, aggiunta di recente nell’ultima versione, utilizza gomme slick specifici per l’asciutto e per condizioni di bagnato. Purtroppo, al momento, non abbiamo ancora condizioni di bagnato nel gioco, quindi parliamo solo di gomme da asciutto. Tali pneumatici hanno la temperatura ottimale compresa tra 90° e 120°. Al di sotto di questa temperatura è obbligo fare attenzione, soprattutto su piste lente come Magione nelle giornate fredde. In termini di usura delle gomme, i pneumatici dovrebbero essere in grado di resistere l’intero serbatoio di carburante della vettura senza grossi problemi.

LOTUS EXOS 125 “Stage 1”: I pneumatici della versione “Stage 1” della Exos 125 sono più specializzati, hanno infatti 4 diverse mescole slick: Supersoft, Soft, Medium e Hard. Ogni composto ha una diversa gamma di temperature ottimali e una loro usura.

SuperSoft: 85° – 110°. Il pneumatico si usura abbastanza in fretta. In pratica sarete in grado di fare 7-10 giri prima di avere un degrado grave.

Soft: 105° -125°. Il pneumatico durerà un po’ di più rispetto alle supersoft. Si potrebbe fare circa 15-20 giri ma il degrado sarà lineare.

Medium: 90° -115°. Il pneumatico durerà per una lunga distanza. Potrebbe essere anche possibile fare tutta una gara completa, ma avrete tempi sul giro più lenti verso la fine.

Hard: 110° -135°. Si tratta di un pneumatico molto stabile. Ovviamente ha meno grip rispetto agli altri, ma se le temperature sono buone e lo stile di guida è adeguato, potrebbe anche essere possibile fare i migliori tempi sul giro, verso la fine del stint, quando il serbatoio sarà vuoto.

La cosa principale da capire con queste gomme (ma anche con le altre) è che un pneumatico SuperSoft non sarà sempre meglio di un pneumatico Medium. A seconda della pista, ambiente, temperature di asfalto e stile di guida, è necessario trovare quale mescola è adatta alle migliori condizioni. Potreste aver visto nella vita reale in Formula 1 che a volte i piloti e le squadre usano la gomma dura per fare i tempi sul giro più veloce in gara, o viceversa. Dipende davvero da una varietà di fattori.

Pneumatici legali da strada:

Street e semislicks sono pneumatici legali da strada. Il loro problema principale è il surriscaldamento, ma dopo aver notato l’aumento, potete aspettare e ricominciare. Possono offrire prestazioni simili anche dopo molti chilometri. Alla fine si usurano e perdono completamente aderenza. I pneumatici da strada hanno una temperatura ottimale tra i 75° – 85°, è molto facile però surriscaldarli dopo alcuni giri su un circuito, soprattutto su curve veloci. I Semislicks “funzionano” meglio tra i 75° – 100°, hanno più grip e possono resistere più giri veloci, ma non bisogna abusare nel fare drifting e derapate varie.

GT2 Slick:

In Assetto Corsa sono disponibili 5 tipi di pneumatici per la categoria GT2: SuperSoft: 90-105°. Non è consigliato guidare sopra o sotto a tali temperature. Portano fuori pista molto velocemente. Soft: 90-105°. Molto simili alle Supersoft, si usurano velocemente. Medium: 85° – 105°. Si usurano in maniera graduale e lineare. Hard: 80-100°. Non tengono bene i primi giri ma poi iniziano ad essere abbastanza stabili per lungo tempo fino a quando non si ha una perdita di aderenza. SuperHard: 80-100°. Stesso discorso delle precedenti.

GT3 Slick:

Assetto Corsa fornisce 3 composti per la categoria GT3. Soft: 80-110°.Dicono che sono state utilizzate solo un paio di volte in qualifica. Medium: 75-105°. Sono facili da gestire e molto prevedibili. Hard: 70-100°. Non adatte alla partenza ma dopo un paio di giri rimangono stabili per un lungo periodo. Non hanno una eccezionale aderenza ma sono prevedibili e possono essere utilizzati in un’ampia varietà di piste e temperature.

Per la Zonda R e per la 599XX vale lo stesso discorso fatto sui pneumatici GT3.

Detto questo, il consiglio migliore è quello di cercare di mantenere basse le temperature prima della frenata per poi avvantaggiarsi durante l’uscita. Un altro consiglio è quello di utilizzare più camber per riscaldare velocemente una parte del battistrada. Probabilmente molti di voi non vogliono o non riescono a memorizzare tutto, ma se volete scalare la classifica dei tempi e dare del filo da torcere ai vostri amici, dovete necessariamente conoscere ogni piccolo dettaglio.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *