Assetto Corsa Japanese Pack: ecco la recensione

Ormai, Assetto Corsa ha compiuto un paio d’anni ma, nonostante il continuo slittamento della data di uscita della versione per console, si fa ancora un gran parlare del gioco. Del resto, dal 2014 in poi, Assetto Corsa è diventato uno dei giochi preferiti in assoluto da tutti coloro i quali amano i racing game e anche la politica di Kunos Simulazioni è stata votata alla continua espansione dei contenuti. Come? Con il rilascio costante di DLC.

In questo modo, quindi, gli amanti del gioco e gli appassionati delle corse, hanno avuto la possibilità di accedere a contenuti di sempre alto livello. Ed è proprio di un nuovo pacchetto di contenuti esclusivi che vogliamo parlare. Si tratta del Japanese Pack e andremo a scoprirne assieme le caratteristiche più rilevanti.

Iniziamo con il dire che il pacchetto in questione, il cosiddetto Japanese Pack, è stato presentato al prezzo di € 4,99: per chi desidera avere dei contenuti nuovi, per avere delle nuove emozioni, la spesa è più che affrontabile, soprattutto perché vengono offerte molte innovazioni. Qualche esempio? Il Japanese Pack aggiunge a tutto il parco macchine sette nuove vetture. Un numero abbastanza rilevante e, se si tengono in conto anche quelle che sono le varianti di vari bolidi già presenti, che sono stati migliorati in questo nuovo pack, il numero di macchine da provare sale a 12.

Il main theme del DLC è la presenza di auto per il Japanese Domestic Market e dato il nome del pacchetto è più che comprensibile.  Tra le macchine migliori, spicca di certo la Mazda MX-5, di cui ci sono addirittura  due differenti versioni, ossia la 2015 e la Cup. Ma non finisce qui, perché il Japanese Pack ha al suo interno anche due versioni della RX-7, proposta in versione Spirit R e Tuned.

Tra le altre macchine c’è la  Nissan 730Z Nismo, un’auto più pesante ma prestante. Sempre di Nissan è la
la GT-R R34 Skyline V-Spec.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *